Lame per sega a nastro: perché si rompe?

Perché le lame per sega a nastro si rompono?
06/10/2018

Ciao segatore (di legna…)!

In questo articolo voglio trattare uno dei problemi più comuni e diffusi fra gli utilizzatori delle seghe a nastro: la rottura della lama a nastro.

Questo problema rappresenta una scocciatura non da poco per te che dovevi completare il tuo lavoro e che invece sei stato costretto ad interromperlo, a recarti di corsa dal rivenditore più vicino (che magari ti ha anche fornito delle lame di scarsa qualità ma che hai dovuto lo stesso accettare perché non avevi alternativa), a rimontare la lama e riprendere il lavoro con tutta la stanchezza ed il nervosismo accumulato nella giornata!

In questo modo lavorare (professionalmente o per hobby, è lo stesso) diventa una tortura fisica e mentale, oltre che uno spreco di soldi e di tempo. Non credi che sia meglio impegnarsi un po’ per evitare a tutti i costi la rottura della lama o almeno ridurre la probabilità che accada?

“Certamente…ma come si fa???“  penserai tu

Prima di analizzare insieme il da farsi, voglio renderti consapevole del fatto che nella tua lama per sega a nastro è presente una saldatura che serve ad unire le 2 estremità della lama che in partenza appartiene ad un lungo avvolgimento di circa 100 metri e che viene tagliata e risaldata in base alla lunghezza da te richiesta (che hai imparato a determinare nell’articolo precedente).

La saldatura è la parte più debole della lama e di conseguenza rappresenta la zona più soggetta alla rottura.

Già da queste informazioni puoi capire che è fondamentale rivolgersi a produttori di lame esperti che abbiano i macchinari e l’esperienza idonei a realizzare saldature a regola d’arte che minimizzeranno il rischio di rottura durante l’esercizio della lama.

Non ti fidare di chi ha meno di 40 anni di esperienza (o meglio, magari esistono anche delle aziende giovani che lavorano bene ma se puoi scegli chi ha più esperienza perché ha risolto tantissimi problemi in più e se sta in piedi da tanti anni significa che il lavoro lo sa fare)!

In oltre, anche se la saldatura è fatta bene, la lama potrebbe lo stesso rompersi in quella zona perché è composta da un acciaio poco elastico e troppo duro che quindi in seguito ad un urto, magari contro qualcosa di metallico, non riesce a bloccare la propagazione della crepa (anche microscopica) generata dall’urto.

Ma tranquillo, il produttore esperto di lame questo la sa e difficilmente ti venderà una lama di materiale troppo duro e poco elastico.

Ma vediamo finalmente quello che puoi fare tu per ridurre al minimo la probabilità di rottura della lama; ti basta rispettare i seguenti punti:

  1. Quando monti la lama sulla sega avvolgendo i 2 volani, ricordati di non tirarla eccessivamente (spingendola con le dita dovresti poterla ancora flettere un po’). In questo modo la lama avrà una “riserva di elasticità” che la aiuterà a sopportare dei colpi ed imprevisti durante il taglio della legna.
  2. Verifica che il sughero (o sugherite che dir si voglia) presente sui 2 volani sia in buone condizioni e non strappato, consumato o addirittura assente del tutto! In questo modo la lama lavorerà nelle migliori condizioni.
  3. Verifica che i 2 volani siano perfettamente paralleli fra di loro, per evitare che la lama si trovi piegata anziché diritta e durate la rotazione venga stressata eccessivamente. 
  4. Se da giovani eri abituato a modificare il motorino questo punto non ti piacerà ma è molto importante verificare che il motore della sega ruoti al numero di giri previsto dal costruttore e non sia stato modificato, altrimenti correrai il rischio di rompere la lama per eccesso di velocità!
  5. In fine, una volta terminato il lavoro, ricordati sempre di allentare la lama sul volano per evitare che si dilati o ritiri troppo in base al meteo e temperatura dell’ambiente. Tutti questi movimenti della lama vanno evitati.

Bene! Ora conosci i 5 punti da rispettare per ridurre il rischio di rottura della tua lama e non ti resta altro che rivolgerti ad un produttore esperto per l’acquisto della lama.

Si perché ti ricordo che se acquisterai una lama costruita con un materiale troppo duro e poco elastico, da un fornitore inesperto che non la salderà a regola d’arte, allora tutto il tuo impegno a migliorare sarà inutile e ti sentirai sempre più arrabbiato e frustrato!

Io e Sandro produciamo lame per sega a nastro da quasi 50 anni ed abbiamo scelto il migliore acciaio svedese per trattarlo con il nostro processo CROCOTOP e creare la lama CROCOBLADE, che riduce al minimo il rischio di rottura oltre a garantire un taglio più duraturo e meno faticoso rispetto alle lame non trattate!

Non ci credi?

Leggi alcune delle recensioni di chi ha già utilizzato le lame CROCOBLADE qui: https://www.crocoblade.com/feedbacks

e corri subito ad acquistare la tua prima lama per sega a nastro Crocoblade che ti verrà spedita direttamente a casa tua con corriere espresso in 24/48h (tranne per le misure piccole speciali), con la speciale garanzia 100% soddisfatto o rimborsato (quindi non rischi nulla ma hai solo da guadagnare!). 

Mr. Croco

Lascia un commento